Nel Sulcis ogni 100 anziani quasi 10 non hanno un reddito sufficiente per vivere

Cagliari, 24 gennaio 2020


Carbonia, 23 gennaio - Nel Sulcis Iglesiente vengono erogate oltre 44.513 pensioni , di cui 6.044 INPS EX INPDAP (settore pubblico), 38109 INPS settore privato e 108 INPS EX ENPALS (settore spettacolo e sport).
Nel territorio, l’importo medio mensile delle pensioni, rilevato dai dati INPS per la gestione pubblica, è di euro 1.719,0. Per la gestione privata INPS è di euro 787,45 e per quella ex ENPALS è di euro 1.052,57. L’85% delle pensioni nel territorio proviene dal settore privato.
La media nazionale di una pensione privata INPS è pari ad euro 886. In particolare se si considera la media delle pensioni del Settentrione del Paese risulta che nel Nord-Est e nel Nord Ovest è pari rispettivamente a euro 968,42 ed euro 1.052,33.
Quindi, nel territorio del Sulcis-Iglesiente l’importo medio di una pensione privata è circa l’11% in meno della media nazionale e circa il 25% in meno del Settentrione d’Italia. Se ulteriormente si incrocia il dato delle pensioni sociali con la popolazione residente ultrasessantacinquenne il Sulcis Iglesiente si riconferma il territorio con il tasso di deprivazione della popolazione anziana più alto (circa il 10%), in Sardegna è circa il 9%.
La media di una pensione sociale INPS nel Sulcis è circa 397,44 euro. La soglia ISTAT di povertà relativa per un componente è circa 558,00 euro.
Tradotto in linguaggio comune significa che nel Sulcis ogni 100 anziani quasi 10 non hanno un reddito sufficiente per vivere.
Il dato pensionistico sulcitano è fortemente condizionato in tutte e tre le gestioni dalle pensioni di vecchiaia (38,90%), dalle pensioni di invalidità civile (26,76%) e dalle pensioni ai superstiti (20,78%). Le donne superano gli uomini, il 50,78% delle pensioni vigenti è erogato a donne contro il 49,22% degli uomini. Il dato delle pensioni ai superstiti - 7.689 pensioni percepite dalle donne contro 595 percepite dagli uomini - dà l’idea con chiarezza della tendenza naturale alla maggior sopravvivenza delle donne rispetto agli uomini.
  






Articoli correlati:



La lettera della segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, ai lavoratori, ai pensionati e a iscritti, operatori e dirigenti della confedera    ...continua


Roma, 24 febbraio 2020 - “La Cisl chiede al Governo una misura immediata e generalizzata di sostegno al reddito per tutti i lavoratori coinvolti da    ...continua







Olbia, 21 febbraio - Il segretario generale della Cisl Gallura - che questa mattina ha partecipato all’assemblea nell’aula consiliare della ex Prov    ...continua