Grazie al Fondo prevenzione usura del MEF, Adiconsum riduce il debito da 45.000 a 21.000 euro di una pensionata vedova

Cagliari, 21 gennaio 2020



20 gennaio 2020 - Sovraindebitata per aiutare i familiari. Purtroppo, può succedere anche questo nella vita. Questa che riportiamo è la storia della sig.ra Lucia. resa nota dall'Ufficio Stampa nazionale Adiconsum.

Vedova, impiegata ora in pensione, da anni accudisce la madre rimasta sola e senza lavoro con in casa un fratello tossicodipendente e per 10 anni accudisce anche la sorella affetta da un male incurabile, ora deceduta.

Lucia, nonostante la pensione, accumula un debito di 45.000 euro tra spese di base, affitto, utenze, carburanti, abbonamento autobus, assicurazioni, ecc..

A questo punto non riuscendo più ad onorare i debiti, Lucia contatta il Fondo di prevenzione del sovraindebitamento e dell’usura che Adiconsum gestisce per conto del Ministero dell’Economia e delle Finanze per aiutare le famiglie in difficoltà.

Il Fondo, una volta esaminate le carte e verificata la sussistenza dei requisiti richiesti dal Ministero per poter operare, contatta le finanziarie e consolida, grazie ad una serie di accordi di saldo e stralcio, il debito di Lucia, riducendolo da 45.000 a 21.000 euro da restituire in 10 anni.

Quella di Lucia è solo una delle migliaia di storie a lieto fine che giungono quotidianamente allo sportello del Fondo gestito da Adiconsum da ormai più di 20 anni e che ha permesso di risollevare e di ridare speranza a tante famiglie in difficoltà.

  






Articoli correlati:



La lettera della segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, ai lavoratori, ai pensionati e a iscritti, operatori e dirigenti della confedera    ...continua


Roma, 24 febbraio 2020 - “La Cisl chiede al Governo una misura immediata e generalizzata di sostegno al reddito per tutti i lavoratori coinvolti da    ...continua







Olbia, 21 febbraio - Il segretario generale della Cisl Gallura - che questa mattina ha partecipato all’assemblea nell’aula consiliare della ex Prov    ...continua