Gavino Carta nuovo segretario generale della Cisl sarda. In segreteria confermati i segretari uscenti Federica Tilocca e Francesco Piras

Cagliari, 14 dicembre 2017

Questa mattina Gavino Carta è stato eletto segretario generale della Cisl sarda. Il Consiglio generale regionale, riunito alla presenza della segretaria generale nazionale Anna Maria Furlan, ha chiamato il segretario generale della Cisl di Sassari al posto di Ignazio Ganga, dal 7 dicembre scorso segretario confederale.
Un consenso praticamente unanime per Carta eletto con 93 voti su 97 presenti, 4 le schede bianche.
Nato 52 anni fa nel capoluogo turritano, il nuovo segretario generale arriva nella sede regionale Cisl dopo un percorso trentennale nell’organizzazione: inizialmente delegato aziendale dei lavoratori elettrici, poi segretario di categoria, nel 2001 entra a far parte della segreteria territoriale di Sassari. Nel 2009 è eletto segretario generale territoriale, incarico riconfermato anche all’ultimo congresso dello scorso aprile.
Nel primo saluto al Consiglio generale, Carta ha indicato alcuni obiettivi della segreteria Cisl sarda: “ Daremo il nostro fattivo contributo per rafforzare la crescita e lo sviluppo dell’isola attra-verso l’aumento della produzione di ricchezza e una sua più equa distribuzione, superando le diseconomie dell’insularità, ma anche contribuendo a ridurre – ha detto Carta – e possibilmente a elimi-nare gli errori di una gestione meramente burocratica e ineffi-ciente delle leadership politiche”.
Il Consiglio generale ha votato ed eletto componenti della segreteria regionale i segretari uscenti Federica Tilocca e Francesco Piras.
  






Articoli correlati:



“Consideriamo sbagliato nel merito e nel metodo quanto approvato dalla prima commissione della regione Sardegna per il passaggio degli operai idrau    ...continua







Una prospettata riorganizzazione della presenza del Gruppo Enel nel territorio porterà nuovi e gravi disagi per i cittadini e per le imprese della    ...continua






Sull’operazione Tiscali-Fastweb la Regione non deve stare alla finestra. La Cisl sarda e la Fistel Cisl sono fortemente preoccupate che un’operazione fina    ...continua